PASQUALE – Ivan è andato sui monti… Un ricordo di Franco Castelli

26 August 2022

“Lassù alla Benedicta / c’è i miei compagni
caduti nella lotta / contro i fascisti…”
(parole del canto dei sopravvissuti alla strage dell’aprile 1944, sull’aria di ‘Bandiera nera’)
Così anche Pasquale Cinefra – Ivan se n’è andato.
È andato per sempre su quei monti aspri e meravigliosi
tra il mare e le nostre valli d’Appennino,
dove ragazzo ha combattuto la sua lotta di popolo,
quella lotta che più tardi, da adulto,
ha saputo raccontare e condividere nei suoi valori più autentici
e – con la sua inconfondibile pacata eleganza –
nei suoi risvolti più umani, più etici e meno ideologici.
Lo ha fatto sempre: nei raduni, nei convegni, nelle scuole, nel suo ruolo di Presidente dell’ANPI provinciale e poi, fino all’ultimo, di Presidente onorario sempre partecipe e aperto al dialogo.
Protagonista di una stagione irripetibile, lo ricordo con quel suo sorriso empatico, con la sua ferma mitezza e la forza dei suoi ideali.
Lo ricordo con la testimonianza che mi aveva rilasciato il 25 novembre 2011 per Memorie di Piemonte. I gesti e le parole della Resistenza: intervista ripresa da Lucio Laugelli presso la sede dell’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea in Provincia di Alessandria.
Ciao Ivan! Ora e sempre, resistenza.