In ricordo di Cefalonia

23 September 2021

La resistenza della divisione “Acqui” nell’isola di Cefalonia  dopo l’armistizio dell’8 settembre durò sette giorni e costò la vita a oltre duemila uomini; terminò la sera del 21 settembre 1943, con la resa del Generale Gandin. Nei giorni successivi i tedeschi trucidarono quasi seimila uomini; altri tremila italiani annegarono nel naufragio di due navi sulle quali i tedeschi li stavano deportando; i quattromila superstiti della divisione finirono in campo di concentramento.

Per ricordare il massacro di Cefalonia vi proponiamo i materiali presenti sul sito dell’Isral: un laboratorio didattico elaborato da Luciana Ziruolo nel 2001 e aggiornato, e soprattutto due interviste: allo scrittore Marcello Venturi (1925 -2008), che con il suo romanzo Bandiera bianca a Cefalonia  del 1963 fu il primo a suscitare l’interesse nazionale sul tema, e a Giovanni Ansaldo che della Divisione “Acqui” e del massacro fu un reduce.

I link sono nella colonna di sinistra