8 settembre 1943 -8 settembre 2021

8 September 2021

L’ 8 settembre 1943 è una data importante per il nostro Paese:  scelta, impegno, responsabilità furono allora le parole d’ordine. L’annuncio dell’armistizio con gli Alleati obbligò gli italiani a un confronto con se stessi, il  passato e il futuro da costruire.

Grazie all’azione di donne e uomini che non stettero a guardare e lottarono in prima persona contro il nazifascismo,  siamo qui ad impegnarci  per dare un significato al vivere insieme come collettività,  lontano dalla dittatura, dal razzismo, dalla violenza.

Per questo mettiamo a disposizione le risorse  del nostro Istituto, che troverete nella colonna di sinistra. In particolare vi segnaliamo l’intervista  a Delmo Maestri realizzata nel 2011, nell’ambito del progetto regionale “Memorie di Piemonte: i Saperi della Tradizione” in cui gli istituti piemontesi avevano collaborato per la parte intitolata “I gesti e le parole della Resistenza”. Maestri ricorda la generosità della popolazione alessandrina nell’aiutare i soldati e carabinieri a fuggire, e la considera la prima prova del rifiuto del fascismo e dell’occupazione tedesca (dal minuto 13,40). L’intervista fa parte di una speciale sezione del nostro sito, intitolata Dal 25 luglio all’ 8 settembre.

Vi proponiamo anche un capitolo de Il mio rifugio in Val Borbera di Vittorio Finzi,  (Isral-Le Mani, 2002), esponente della vivace borghesia ebraica di Alessandria.  La sua testimonianza, a tratti drammatica, a tratti persino scanzonata, ricostruisce la giornata dell’8 settembre in Alessandria, mettendo in evidenza l’emergere della tragedia che colpirà la popolazione ebraica con l’occupazione tedesca.