Carla Nespolo nuovo Presidente dell’Istituto

10 Giugno 2006

Indirizzo di saluto della Presidente Carla Nespolo

Nell’ assumere l’incarico di Presidente dell’Istituto per la storia della resistenza e della società contemporanea in provincia di Alessandria, sono consapevole di presiedere una delle più importanti e prestigiose istituzioni culturali della provincia, a cui la nostra collettività guarda con particolare attenzione, dimostrando particolare apprezzamento per il lavoro storiografico che ha sempre caratterizzato la presenza dell’Istituto, in un significativo intreccio che vede la storia dell’antifascismo e della Resistenza coniugarsi strettamente con la storia del Novecento.

I nostri locali, l’importante biblioteca, i preziosi archivi saranno sempre più a disposizione di studiosi e semplici lettori, che vogliano conoscere e riconoscere la nostra collettività e la nostra comune storia democratica nelle storie dei nostri padri.
Fra gli impegni che caratterizzano l’attività culturale dell’Istituto, segnaliamo attività pubblica e didattica, impegno nella promozione culturale, ampia presenza nel settore dell’editoria storica (con una collana di monografie e una rivista semestrale), gestione di un sito internet che raccoglie centinaia di visite giornaliere, rapporti di organizzazione culturale con gli Enti che aderiscono al Consorzio di gestione dell’Istituto.
Nel momento in cui, da tante parti, viene un attacco alla Resistenza e perciò ai valori fondanti della nostra società, ci pare doveroso e serio ribadire l’importanza della cultura e dei valori dell’antifascismo, ovvero di quella morale e di quella storia che è alla base, in questa Italia di inizio secolo, della cultura della pace, del rispetto dell’uomo per l‘uomo, dei valori di democrazia solidarietà e uguaglianza, dei principi, detto in altri termini, della nostra Carta costituzionale.

Un impegno particolare sarà rivolto alla realizzazione di iniziative culturali e di ricerca che accompagneranno il Sessantesimo anniversario della Resistenza nella nostra provincia, lavorando in stretta collaborazione con gli Enti aderenti al Consorzio e con le associazioni partigiane.

Nell’assumere la Presidenza dell’Istituto permettetemi di ringraziare il mio predecessore, Federico Fornaro, per il lavoro svolto, e rivolgere un pensiero fraterno a Carlo Gilardenghi, fondatore e per lunghi anni guida preziosa dell’Istituto, del quale, fra poche settimane, pubblicheremo l’importante lavoro postumo Cantun di rus e dintorni.

Carla Nespolo