Cura

 


Secondo Carol Gilligan esistono due diversi modi di intendere la moralità, di parlare dei problemi morali, di descrivere il rapporto tra sé e l'altro. Non si tratterebbe di due distinte tappe di una medesima progressione evolutiva, ma di due "voci" morali elementari e differenti, ricorrenti in tutte le circostanze della vita morale, nei giudizi, nelle fantasie, nei pensieri delle persone. Queste due voci, che Gilligan definisce, nella loro formulazione compiuta, "etica dei diritti" (libertà, autonomia, eguaglianza) ed "etica della cura" (affetto, responsabilità nei confronti degli altri, dono di sé) sarebbero caratteristiche, rispettivamente, dell'uomo e della donna. Si tratta però di un contrappunto di voci non identificabile in senso stretto con la differenza sessuale, ma con due diverse modalità di pensiero morale.

Massimo Cellerino, 12/02/2007


Riferimenti bibliografici

GILLIGAN, C., Con voce di donna. Etica e formazione della personalità (1982), Milano, Feltrinelli 1987.


(Fotografie: Annie Leibowitz)


Copyright e uso corretto

Senza Patria - Indice