Le Scuole alessandrine ricordano le Leggi razziali

15 Novembre 2018

Con il RD-L 15 novembre 1938, n. 1779, Integrazione e coordinamento in unico testo delle norme già emanate per la difesa della razza nella Scuola italiana (GU n. 272, 29 novembre 1938) i ragazzi e gli studenti ebrei furono espulsi da tutte le scuole italiane. Gli italiani, così come Mussolini stesso aveva annunciato a settembre nel discorso di Trieste erano diventati “francamente razzisti”.
Nell’ anniversario di questa data, in collaborazione con l’USR Piemonte, l’Isral ha promosso con gli istituti scolastici della provincia di Alessandria una serie di iniziative, non solo per ricordare l’evento, ma per promuovere una più approfondita conoscenza delle sue implicazioni e conseguenze sia in ambito generale sia in abito locale. Si tratta sia di incontri, sia di progetti che, iniziando nel mese di Novembre proseguiranno durante l’ intero anno scolastico.  Di queste buone pratiche messe in atto daremo tempestiva comunicazione, per valorizzare quanto la scuola sul territorio ha fatto e fa per approfondire la conoscenza di questo importante e grave momento della storia italiana.

Oltre   al momento di riflessione per gli studenti a Casale Monferrato e alla presentazione del n.63 di QSC dedicato quasi interamente all’analisi delle leggi razziali , di cui abbiamo dato segnalazione precedentemente nelle News,  giovedì 8 novembre, alle  ore 10, è stato proiettato  nell’aula Magna del Liceo Scientifico “Galilei”, Alessandria (in collaborazione con Segnali 2006 Intrattenimenti e Cinema teatro Macallé, Castelceriolo) documentario 1938 Diversi di Claudio Treves. Grazie alla prof.sse Alessandra Pavese e Silvia Saccomandi  alla proiezione e alla presentazione del documentario hanno partecipato classi quarte e quinte dell’Istituto .

Giovedì 15 novembre, la classe V B Scienze sociali dell’Istituto Superiore “Saluzzo -Plana”, con il prof. Egidio Lapenta ha partecipato a una lezione di storia contemporanea relativa ai luoghi di memoria della storia ebraica di Alessandria con la prof. Antonella Ferraris, responsabile della sezione didattica Isral. Partendo dalle Pietre d’inciampo in via Milano, e dalla realtà attuale della Comunità ebraica alessandrina, gli studenti sono stati guidati, sul campo,  alla scoperta di quello che era l’antico ghetto di Alessandria, e dei luoghi dove si concentravano le attività di quella che era una vivace realtà economica, su cui le leggi razziali e antiebraiche e la Shoah hanno avuto un forte e grave impatto. Il progetto proseguirà con la visita alla Sinagoga e al cimitero ebraico. La realizzazione finale dell’attività sarà un breve video che ripercorrerà la storia dei luoghi di memoria alessandrini. Un altro gruppo di studenti dello stesso Istituto cercherà tracce della presenza ebraica nell’archivio storico dell’Istituto magistrale “Saluzzo”.