La scomparsa di William Valsesia

3 Febbraio 2014

Si è spento a 89 anni William Valsesia, partigiano, strenuo difensore dei valori della Resistenza e storico, fondatore e primo direttore del nostro Istituto. Nato a Parigi nel 1924 da genitori comunisti, è stato in contatto con i principali esponenti del Partito comunista italiano emigrati in Francia, contribuendo attivamente, con tutta la sua famiglia, al mantenimento della struttura clandestina, che non fu mai scoperta. Lascia la Francia nell’agosto 1943 per recarsi volontariamente in Italia per partecipare alla lotta armata di Liberazione. Dopo l’8 settembre nel Biellese collabora alla costituzione del Distaccamento garibaldino Bandiera e della futura II Brigata, poi V Divisione Garibaldi. Smobilitato nel 1945 come Vice Commissario della I Zona operativa biellese, si stabilisce ad Alessandria, dove svolge intensa attività politica e di ricerca storica sulla Resistenza nella nostra provincia.

“A diciannove anni sognavo un’Italia che fosse come la Francia, innanzitutto libera e democratica. Pensavo che la vittoria finale sul nazifascismo avrebbe cambiato il mondo, lo avrebbe reso migliore, senza più guerre, con più fratellanza, tolleranza e più giustizia sociale”.

"In piedi, al centro, William Valsesia in una delle riunioni fondative del nostro Istituto"