Kalymnos la ribelle

1 Ottobre 2013

La collana di pubblicazioni dell’Isral si arricchisce di un nuovo volume (il ventisettesimo della serie): Kalymnos la ribelle. I 31 anni di occupazione italiana del Dodecaneso (1912-1943). In quest’opera, l’autrice Maria Elisa Pirattoni Koukoulis ricostruisce, a partire da fonti in larga parte inedite provenienti dall’archivio comunale di Pothia, capoluogo di Kalymnos, la storia dell’occupazione italiana del Dodecaneso, forse la maggiormente trascurata tra le già poco studiate vicende del colonialismo italiano. Come scrive Costantino Di Sante nella postfazione al volume, “un silenzio post-coloniale che, a partire da questo libro, speriamo possa essere superato”. E Luciana Ziruolo ribadisce nella prefazione: “L’autrice, alla sua prima prova, non è una storica, ma del metodo storico ha utilizzato alcuni tratti salienti […] pur di trovare risposte al tema e al problema che le stava a cuore: il Dodecaneso e l’oblio, interrotto solo in questi ultimi anni, sulla lunga presenza degli Italiani in queste isole del Mediterraneo, sul silenzio, ad esempio, nella manualistica”.