Progetto di storia contemporanea 2012/2013: i vincitori

18 Marzo 2013

In questi giorni la Segreteria del Comitato Regionale Resistenza e Costituzione ha proclamato i Vincitori della edizione 2012/2013 del Progetto di Storia Contemporanea. Per la Provincia di Alessandria, la Commissione giudicatrice, composta da:
Prof. Franco Castelli (Centro di cultura popolare “G. Ferraro”)
Prof. Antonella Ferraris (Sezione didattica Isral)
Prof. Ines Rossi (Sezione didattica)
Dott. Antonio Santopietro (Provincia di Alessandria, Servizio Pubblica Istruzione)
Prof. Luciana Ziruolo (direttore Isral)
ha deliberato di assegnare il I premio a:

IIS Nervi-Fermi, Alessandria, Blini Alexandra, Bua Deborah, Canta Mariandrea, Festuccia Alice, Golet Estelles Josee Sophia, coordinatore prof.ssa Maria Teresa Bianchi. Traccia 1.
Il gruppo ha prodotto un sito web interattivo, di agile consultazione, ricco di materiali audio e video, costruito con notevole padronanza dei mezzi informatici. Il contenuto è coerente con la traccia, elaborato in modo critico e con adeguata conoscenza delle metodologie storiche (completo di premessa metodologica).

La Commissione ha ritenuto di non procedere all’indicazione del secondo premio e propone di assegnare il III premio ex aequo a:

I.I.S. “Cesare Balbo”, Casale Monferrato, Celoria Maddalena, Ciprian Oriana, Cutrona Cristina, D’Eramo Daniele, Morello Filippo, Raiteri Francesca, Ricci Ilaria, coordinatore prof. Fabrizio Meni, Traccia 3.
Il lavoro costituito da un fascicolo e da due tracce video sviluppa solo in parte ciò che la traccia richiede, anche se l’esposizione è corretta e documentata, in alcuni punti anche appassionata nel richiedere per i giovani immigrati di seconda generazione una maggior integrazione.

I.I.S. “Leonardo da Vinci, Alessandria. Arzani Matteo, Bruno Luca, Nani Iacopo, Rossi Giacomo, Scarzella Emanuele, coordinatore prof.ssa Giuseppa Alibrandi. Traccia 3.
Il lavoro rispetta la traccia e la sviluppa in maniera critica, considerando sia gli aspetti giuridici sia gli aspetti sociali della questione. Gli studenti, tuttavia, non hanno saputo esplicitare in maniera adeguata le fonti utilizzate e i criteri metodologi espressi nel testo sono spesso imprecisi.

I.I.S Barletti Sezione Liceo Scientifico “Blaise Pascal”, Ovada. Albertelli Francesca, Beverino Alessia Cicero Erica, Ferari Elisa, Ivaldi Emilio, Minetti Manuela, Oliveri Sara, coordinatore prof.ssa Tatiana Rosadelli. Traccia 1.
Il lavoro consiste in una presentazione in power point della traccia, che alterna la descrizione degli eventi, corredata di video di repertorio e mappe, al racconto inedito di una testimone. Proprio l’approccio metodologico, uno dei punti di forza del lavoro per la sua originalità, viene sviluppato in maniera alquanto faticosa per il lettore, specie per ciò che riguarda l’utilizzo della fonte orale .

La commissione ha rilevato che, a differenza delle passate edizioni, si è notevolmente ridotto il ventaglio delle forme espressive e comunicative con un impoverimento dell’incisività delle proposte (sono assenti quest’anno plastici, dipinti e sculture), probabilmente derivante dalla centralizzazione presso gli Uffici regionali della consegna degli elaborati. Anche in queste circostanze, tuttavia, l’interesse per il progetto non è venuto meno, come testimonia la nutrita presenza di studenti e insegnanti al corso di formazione che si è tenuto nell’autunno 2012. Ai docenti e agli studenti vincitori, che visiteranno luoghi di memoria in Italia e in Europa, vanno le congratulazioni dello staff dell’Isral.