La Memoria delle Alpi. Storia e didattica dei luoghi

28 Aprile 2006

Nell’ambito del progetto internazionale La Memoria delle Alpi, coordinato e finanziato dalla Comunità Europea, questo Istituto organizza un convegno, in data 4 e 5 maggio 2006 dal titolo La Memoria delle Alpi – Storia e didattica dei luoghi che si terrà in Alessandria a Palazzo Guasco , via dei Guasco 49, con i seguenti orari: dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 19 il 4 maggio; dalle 9 alle 16 il 5 maggio.
Il progetto si propone di sviluppare la conoscenza di una particolare area geografica nei suoi vari aspetti e declinazioni: dalla memoria fisica e naturalistica del territorio alla storia, al ricordo che le popolazioni conservano e all’immaginario collettivo. Tutto ciò ha una particolare finalità didattica, attraverso la costruzione di musei e centri di documentazione della cultura alpina e la valorizzazione di alcuni siti per il turismo scolastico. Una sezione in particolare è dedicata ai Sentieri della Libertà, luoghi dove la memoria storica si intreccia alle vicende della II Guerra Mondiale e della persecuzione antiebraica.
La provincia di Alessandria, in questo ambito, ha individuato tre zone di intervento: la Val Borbera, la Benedicta, e Ponzone-Piancastagna, dove esiste una particolare attenzione alle vicende locali e alla vita delle popolazioni, intrecciate al contesto più vasto della storia contemporanea.
Il convegno ha lo scopo, in primo luogo, di far conoscere il lavoro svolto in provincia di Alessandria dal progetto La Memoria delle Alpi e di istituire un gruppo di docenti esperti, formatori e accompagnatori, che siano di riferimento ai colleghi.
Il Convegno prevede gli interventi di Antonio Monticelli , Presidente del CIE Piemonte, coordinatore del progetto La Memoria delle Alpi ; Mauro Bonelli dell’Istituto Per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea in Provincia di Alessandria, coordinatore per l’Isral del progetto, Fausto Ciuffi presidente della Fondazione “Villa Emma”, di Nonantola (Modena) e Diego Berra direttore della Scuola di pace di Boves (Cuneo).
In seguito, il pomeriggio del 4 maggio si terranno incontri di gruppo finalizzati alla conoscenza della didattica dei luoghi, e in particolare dei Sentieri della Libertà nella nostra provincia: il Sacrario della Benedicta, la Val Borbera, la zona di Ponzone-Piancastagna.
I seminari saranno a cura di Mauro Bonelli, Antonella Ferraris, Vittorio Rapetti, Luciana Ziruolo e degli esperti del progetto La Memoria delle Alpi.
Il giorno 5 maggio gli esperti dell’Isral e della cooperativa Gaia condurranno i partecipanti al convegno al Sacrario della Benedicta, per illustrare sul campo le problematiche didattiche dell’insegnamento dei luoghi della storia.


Programma completo del convegno

4 maggio 2006 ore 9.00-13.00
Alessandria – Palazzo Guasco (via dei Guasco, 49)

Saluto delle autorità

Interventi di:
– Antonio Monticelli – Presidente del CIE Piemonte – Coordinatore del progetto La Memoria delle Alpi
– Mauro Bonelli – Responsabile Isral del progetto
– Fausto Ciuffi – Fondazione “Villa Emma”, Nonantola (Modena)
– Diego Berra – Scuola di pace di Boves (Cuneo)


4 maggio 2006 ore 15.00-19.00
Alessandria – Palazzo Guasco (via dei Guasco, 49)

La didattica dei luoghi. I Sentieri della Libertà:
il sacrario della Benedcita, la Val Borbera, la zona di Ponzone – Piancastagna.
Gruppi di lavoro a cura di
Mauro Bonelli, Antonella Ferraris, Vittorio Rapetti, Luciana Ziruolo


5 maggio 2006 ore 9.00-16.00

Sulle orme dei partigiani:
visita ai luoghi della Benedicta a cura dell’Isral e della cooperativa Gaia