Oralità e scrittura. Autobiografie: problemi di metodo e di analisi. IX Convegno Internazionale

2 Ottobre 2004

Il 9 e 10 ottobre avrà luogo a Rocca Grimalda il nono convegno internazionale organizzato dal Laboratorio etno- antropologico.
In memoria di Nuto Revelli, il convegno inizierà alle ore 9.00 presso le Cantine di Palazzo Borgatta.

Sabato 9 ottobre

ore 9,00: Apertura Convegno

SALUTI:

Fabio Barisione, Sindaco di Rocca Grimalda
Vincenzo Pellegrini, Prefetto di Alessandria
Daniele Borioli, Vicepresidente della Provincia di Alessandria
Giampiero Leo, Assessore alla Cultura della Regione Piemonte
Edoardo Tortarolo, Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia, Università degli Studi del Piemonte Orientale “A. Avogadro
Alberto Beniscelli, Direttore del Dipartimento di Italianistica, Romanistica, Arti e Spettacolo, Università di Genova
Marco Revelli, Fondazione Nuto Revelli
Carla Nespolo, Presidente dell’Istituto per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea in provincia di Alessandria
Gian Luigi Bravo, Presidente dell’A.I.S.E.A.
Enzo Cacciola, Laboratorio Etno-Antropologico di Rocca Grimalda


Ore 9,30: sessione mattutina

Presiede Luigi M. Lombardi Satriani

Antonino Buttitta, Università di Palermo
Storie di vita e vite di storia

Giulio Angioni, Università di Cagliari
Scritture popolari autobiografiche in Sardegna

Francesca Romana Paci, Università del Piemonte Orientale
Voci per la biografia di un paese: la narrativa polifonica di Yvonne Vera e
la storia dello Zimbabwe

Nicolò Pasero, Università di Genova
Oralità e scrittura: qualche problema di metodo

Domenico Scafoglio, Università di Salerno
Raccontando la vita, dopo il diluvio: storie di monache, possedute e brigantesse


Gian Luigi Bravo, Università di Torino
Scritture biografiche operaie e urbane


Ore 14,30: sessione pomeridiana

Presiede Gian Luigi Bravo

Pietro Clemente, Università di Firenze
Ascoltare le voci dei vinti

Jean Poirier Università di Nizza
I testamenti dell’oralità. Un fenomeno della postmodernità

Francesco Faeta, Università di Messina
Le immagini nella ricerca antropologica: oralità o scrittura?

Rita Caccamo, Università la Sapienza di Roma
Vite e testimonianze di artisti di strada

Rita Caprini, Università di Genova
Genealogie reali

Sonia Maura Barillari, Università di Genova
L’autobiografia dei visionari fra oralità e scrittura: Dryhthelm, Thurkill e gli altri


Ore 18,00: Salone di Palazzo Borgatta

Guido Chiesa e Luca Gasparini, Per Nuto, Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea in Provincia di Cuneo 2002, video, durata: 30 m.

Laura Pariani, Intervista a Nuto Revelli, in occasione dell’assegnazione del Premio Omegna 2003. video, durata 20 m.

Adriana Muncinelli, Bruno Sabbatini, Ciau Nuto, Biblioteca Civica di Verzuolo, Sabbatini Multimedia, 2004, video, durata: 10 m.

Brani tratti da L’anello forte di Nuto Revelli, interpretati da Antonella Enrietto. Regia di Luciano Nattino


Domenica 10 ottobre

Ore 9,00: sessione mattutina

Presiede Antonino Buttitta

Luigi M. Lombardi Satriani , Università la Sapienza di Roma
Itinerari dialogici e antropologici di Nuto Revelli

Ambrogio Artoni, Università di Torino
Autobiografia di un popolo nell’arte orale del griot

Gabriella D’Agostino, Università di Palermo
Storia e storie di vita: i racconti della memoria coloniale

Piercarlo Grimaldi, Università del Piemonte Orientale
Oralità e scritture di guerra e di casa: Gasan e Ninetta

Ilaria Tufano, Università di Zurigo
L’autobiografia di un novellatore del Trecento. Francesco Sacchetti racconta il suo tempo

Luciano Nattino
Dall’autobiografia all’oralità che si fa testo teatrale


Ore 14,30: sessione pomeridiana

Tavola rotonda
Le opere e i giorni di Nuto Revelli

Presiede Pietro Clemente

Partecipano
Paola Agosti
Francesca Pasquero Barberis
Michele Calandri
Franco Castelli
Mario Cordero
Mario De Matteis
Laurana Lajolo
Bartolo Mascarello
Carlo Petrini
Franco Vaccaneo

Ore 17.00, Chiesa di S. Limbania

Il ritratto della costanza, ossia santa Limbania, di Giovanni Carlo Solaro
Un progetto della Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano, a cura di Paola Bigatto in collaborazione con Michele Bottini e Ambra D’Amico e il Gruppo Teatrale ENDAS di Genova.