Il treno della memoria

28 Febbraio 2002

DEPORTAZIONE

VIAGGIO NELLA PERDITA DEI DIRITTI UMANI

Il treno della Memoria, che è partito da Torino il 25 gennaio e che concluderà il suo viaggio sempre a Torino il 25 aprile dopo aver toccato numerose stazioni del Piemonte, farà tappa ad Alessandria nei giorni di:

  • giovedì 7 marzo
  • venerdì 8 marzo
  • sabato 9 marzo

Sei vagoni bestiame, come quelli su cui venivano caricati i deportati, sosteranno su di un binario tronco (lato Torino) della stazione FS di Alessandria, per accogliere gruppi di studenti i quali, accompagnati dall’attrice Irene Zagrebelsky, visiteranno il convoglio, udranno testimonianze, rivivranno all’interno di una performance collettiva emozioni e dolori che presero forma tanti anni fa ma il cui ricordo deve accompagnarci anche nel tempo presente.

Mentre gli incontri mattutini (ore 9,30 – 10,30 – 11,30) sono destinati alle scuole della provincia, la cittadinanza potrà partecipare alle performance serali di giovedì 7 alle ore 20,30 e di venerdì 8 alle ore 20,30 (telefonare per prenotazione Al teatro Comunale (ASPAL) ai numeri: 0131 234266 dalle ore 9 alle ore 16, e 0131 234240 dalle ore 16 alle ore 22).

In occasione della Festa della donna, l’ 8 MARZO si terrà un ulteriore incontro alle ore 17,30, seguito da una testimonianza-dibattito su DONNE E DEPORTAZIONE con gli interventi di LUCIA TESTORE, partigiana torinese, di Mara Scagni e Adriano Icardi, assessori alla Pubblica Istruzione ed alla Cultura della Provincia di Alessandria.

L’iniziativa, promossa dall’Istituto per la storia della resistenza e della società contemporanea in provincia di Alessandria e dalla Provincia di Alessandria, è stata realizzata da ACTI Teatri Indipendenti (associazione presieduta da Beppe Rosso), in collaborazione con il Consiglio Regionale del Piemonte e la Giunta Regionale.