La Benedicta e gli eccidi nazifascisti in Italia

15 Giugno 2001

Venerdì 22 giugno 2001, ore 21, si terrà ad Ovada, presso la Loggia di San Sebastiano, un incontro con Pier Paolo Rivello, Procuratore del tribunale Militare di Torino. Tema della serata:

La Benedica e gli eccidi nazifascisti in Italia.

L’evento assume particolare rilevanza in quanto l’oratore ospite ha ricoperto l’incarico di pubblico ministero durante il processo a carico del criminale nazista Siegfried Engel.
Il processo si è chiuso con la condanna all’ergastolo, in contumacia, dell’imputato che, oggi, ha novantadue anni e vive libero ad Amburgo.
Siegfried Engel è stato riconosciuto colpevole della strage della “Benedica”, della fucilazione di Cravasco e degli eccidi di Portofino e del Turchino. Le prove a carico dell’ex Ten. Col. delle SS sono basate, oltre che sulle testimonianze di coloro che riuscirono fortunosamente a salvarsi e su fonti tedesche sopravvissute alla guerra, anche su una rilevante circostanza. Le vittime di tutti gli eccidi provenivano dalla IV Sezione del carcere di Marassi. Tale sezione era a completa disposizione dello Sipo-SD (servizio di sicurezza delle SS) comandato da Engel che, a tale comando, era stato posto fin dal gennaio 1944 sino all’avvenuta liberazione.
Il testo integrale della sentenza, contenente l’elenco dei nomi delle vittime, è consultabile sul nostro sito internet.
All’incontro (organizzato da: Provincia di Alessandria, Provincia di Genova, Istituto storico della Resistenza di Alessandria, Istituto storico della Resistenza di Genova, Città di Ovada, Comitato promotore per il recupero e la valorizzazione della Benedica e dal Centro di documentazione sulla Resistenza città di Ovada) partecipano: Daniele Borioli, Vice Presidente della Provincia di Alessandria, Eugenio Massolo, Assessore alla Programmazione formativa della Provincia di Genova, Roberto Botta, Direttore ISRAL, Andrea Foco, Vice Presidente del Comitato “Benedica” e Vincenzo Robbiano, Sindaco di Ovada.