Il lavoro femminile

28 Febbraio 2001

Stanno arrivando presso l’Istituto le proposte di ricerca per l’asseganzione di due borse di ricerca sul tema donne lavoro e soggettività, promosse dall’Istituto in collaborazione con la Cgil. Fino ad ora sono pervenute cinque proposte di lavoro, tutte relative alla seconda traccia proposta: “Cultura del lavoro e soggettività: donne in fabbrica nel secondo dopoguerra”.
In particolare i progetti presentati riguardano i meccanismi d’accesso al mercato del lavoro, in relazione al genere; permanenze e cambiamenti nel ruolo, nell’immagine e nell’identità della donna lavoratrice nel secondo dopoguerra; la condizione delle donne in fabbrica tra il dopoguerra e il boom economico degli anni Cinquanta, con esemplificazioni sulla FIT di Sestri Levante e il cotonificio di Lavagna; le donne della Manifattura Tabacchi di Sestri Ponente; costruzione di una bibliografia e di una raccolta iconografica sul tema.
Il giorno 6 marzo si riunirà la giuria per esaminare le proposte e per assegnare gli incarichi di ricerca, che verranno presentati e illustrati nel corso dell’incontro dell’8 marzo sul tema Il lavoro femminile in provincia di Alessandria nel corso del XX secolo (Alessandria, Cinema Kristalli, piazza Ceriana – ore 9), cui parteciperanno Clara Violo (segretaria provinciale SPI), Augusta Molinari ( docente di storia contemporanea, Università di Genova); Laurana Lajolo (presidente dell’INSMLI) e Betty Leone (segretaria confederale CGIL).
I progetti di lavoro a cui verranno assegnate le borse di ricerca verranno pubblicati su questo sito