Mine vaganti. Artisti per la messa al bando delle mine.

23 Dicembre 1999

Sala Morando, Alessandria, 7-19 dicembre. Trentun artisti hanno aderito all’invito loro rivolto di mettere a disposizione le loro opere per dare sostegno alla Campagna per la messa al bando delle mine. In particolare, l’obiettivo della mostra alessandrina, organizzata in collaborazione con la Provincia, l’Istituto per la cooperazione allo sviluppo e l’Associazione per la Pace, era quello di contribuire allo sminamento del territorio dell’Afghanistan: chi sottoscriveva la quota necessaria a sminare 77 metri quadrati di terra poteva ritirare un’opera messa a disposizione dalla generosità e sensibilità degli artisti presenti in mostra: Carmelina Barbato, Paolo Barlusconi, Francesco Berardi, Enrica Bixio, Maria Luisa Borra, Fabio Ceschina, Gian Piero Colombo, Giovanni Crippa, Carla Crosio, Caterina D’Amico, Antonio Ferrara, Enrico Francescon, daniela Gabet, Pina Inferrera, Carlo Ivandi, Antonio Laugelli, Serena Leale, Giancarlo Marinucci, Giancarlo Minelli, Francesco Mottola, Claudio Pasero, Domenico Rao, Ruggero Radaele, Franco repetto, Gianni Repetto, Giuseppe Rubicco, Grazia Simeone, Giuseppe Strano (Spitu) e Gianna Turrin.

All’inaugurazione, esecuzione violinistica di Anna Daffunchio.