Per Giuliana Callegari.Cultura, scuola a società.

15 Ottobre 1999

La giornata di studi (Alessandria, Teatro Comunale, sala Adelio Ferrero – 8 ottobre,ore 16-24) organizzata in collaborazione con la Provincia di Alessandria, il Provveditorato agli studi, l’Aspal e il Gruppo Cinema Alessandria “Enrico Foà”, fa parte del corso di aggiornamento modulare Cinquant’anni di Repubblica e del progetto provinciale Oltre il ‘900. Viaggio di fine secolo nell’Italia di questo secolo. In quest’occasione, si è cercato di ricostruire la figura di questa docente e operatrice culturale, scomparsa lo scorso anno e attiva in città almeno a partire dagli anni ’70, cercando di far emergere anche quelli che sono i caratteri peculiari della vita culturale cittadina degli ultimi decenni.

L’incontro si è aperto con la proiezione del filmato realizzato da Angelo Barco L’ultimo spettacolo. Per Giuliana Callegari, cui sono seguiti gli interventi di Massimo Bacigalupo, Alcuni versi di Wallace Stevens. Laboratorio di traduzione; Michele Bezoari, Cura e conoscenza dell’altro nel tempo della caducità; Gianfranco Marchesotti, Un tema per Giuliana; Luciana Martinetti, Un’idea di cultura; Dino Molinari, Giuliana o della vocazione all’immagine; Roberto Palazzi, Follie bibliografiche; Lorenzo Pellizzari, Sulla sorte critica di alcuni registi; Carlo Poggio, L’esperienza del Tribunale per i diritti del malato; Giorgio Politi, Se ne potessimo ancora parlare; Antonio Sacchi, Vedere è un modo di pensare; Luciana Ziruolo, Giuliana e la scuola. Circumnavigare un’esperienza.

L’ex classe IV^B (anno scolastico 1997-98) dell’ITGS “Pier Luigi Nervi” di Alessandria ha in quest’occasione riproposto il lavoro teatrale Labirinti (tratto da opere di Borges, con il coordinamento didattico di Giuliana Callegari, tecnico di Gianfranco Lenti e drammaturgico di Gianni Bissaca). La giornata si è conclusa con la proiezione del film di Joseph Losey, Messaggero d’amore, introdotto da Aldo Gorrone.