Dieci per dieci non fa 9cento: 1898-1998.

3 Aprile 1999

Il corso di aggiornamento (15 gennaio – 30 marzo) rivolto a tutti gli insegnanti della provincia e organizzato dalla Sezione Didattica dell’Istituto e dalla Commissione provinciale Storia del Provveditorato, in collaborazione con il Provveditorato e l’Assessorato alla Pubblica Istruzione della Provincia, si è proposto, partendo da cento anni fa, di focalizzare un anno ogni dieci e di individuare, per l’anno in questione, un evento paradigmatico e/o un punto di svolta, da tematizzare sulla base dei risultati della storiografia più recente e da contestualizzare nell’ambito dei grandi processi che caratterizzano il secolo.

Gli undici incontri hanno trattato i seguenti temi:

1898: l’affaire Dreyfus (Antisemitismo) – Antonella Ferraris; 

1908: il modello T (Tecnologia e società di massa) – Giancarlo Subbrero; 

1918: il crollo dei grandi imperi (Geopolitica) – Luciana Ziruolo; 

1928: il Manifesto della pittura surrealista/Il sonoro nel cinema (Arte e società) – Nuccio Lodato e Aldo Gorrone; 

1938: la Conferenza di Monaco (Crisi delle democrazie) – Brunello Mantelli; 

1948: la prima guerra arabo-israeliana (Le guerre del dopoguerra) – Gianni Oliva; 

1958: l’anno geofisico internazionale (Scienza e potere)- Pierluigi Cavalchini, Giovanni Salio; 

1968: il Sessantotto (Movimenti antisistema) – Giuseppe Rinaldi; 

1978: la legge 194 (Storia di genere) – Chiara Campese, Giovanna Gola; 

1988: crisi del socialismo reale (Il ritorno della geopolitica) – Francesco Tuccari; 

1998: la legge 40 (Diritti e cittadinanza) – Giovanni Carpené, Rosmina Raiteri.