Perché non accada più : una mostra

18 Gennaio 2005

Perché non accada più è il titolo della mostra che sarà inaugurata presso l’istituto “Saluzzo” mercoledì 26 gennaio. In particolare, questa mostra presenta “i libri fascisti per la scuola” adottati come “testo unico” nel periodo 1929-1943.
La mostra è stata messa a disposizione dalla Sezione didattica del nostro istituto e sarà disponibile per altre scuole che ne vorranno fare richiesta all’indirizzo didattica@isral.it
La mostra consente di conoscere e riflettere in materia di libri di testo e, più in generale, in materia di politica culturale, ciò che fece il regime fascista.

Agli inizi i decreti della “riforma Gentile” e i programmi preparati dal direttore generale dell’epoca – Giuseppe Lombardo Radice – uno dei massimi pedagogisti italiani del Novecento, contenevano indicazioni ancora più preziose. In seguito, con la Legge 5 del 1929, si arrivò all’uso del testo unico, aggiornabile ogni tre anni, che imponeva di insegnare le stesse cose a tutti e nello stesso modo.

I testi unici divennero così la via migliore per condizionare maestre/i e ragazze/i dell’ideologia del regime