Il fondo, pervenuto all´Istituto di Alessandria in diverse riprese dal 1971 al 1981, è composto da una notevole quantità di carte riguardanti l´attività politica, professionale e la vita privata di Giacinto Guareschi, padre di Marco, partigiano della Brigata Odino, rastrellato alla Benedicta e deportato a Mauthausen. La documentazione è frutto del tentativo della famiglia Guareschi di ricostruire l´itinerario del figlio dal rastrellamento al campo di sterminio, attraverso corrispondenze e testimonianze. I documenti permettono inoltre di tracciare un profilo esauriente della vita privata (buona parte delle carte è costituita da diari e corrispondenze private) di Giacinto Guareschi, e della sua collaborazione con l´Associazione nazionale ex deportati e con vari organismi internazionali che si occupano di deportazione.

Bibl: Lanzavecchia Paola, L´archivio del fondo Giacinto Guareschi, Quaderno Isral (vecchia serie) n. 10, 1982, p. 113

L’inventario del fondo su Archos