Solidarietà a Liliana Segre

22 Novembre 2019

L’Istituto Nazionale “Ferruccio Parri”, con sede a Milano presso la Casa della Memoria,  capofila della rete degli Istituti per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea , di cui l’Isral fa parte,  ci ha inviato questo comunicato in merito alla vicenda della scorta assegnata alla senatrice Liliana Segre. Come Isral ci associamo alle parole del presidente Paolo Pezzino. Se desiderate sottoscrivere questa dichiarazione, inviate una mail di adesione con il vostro nome, cognome ed eventuale ente di appartenenza a segreteria@isral.it, provvederemo a inoltrarla al nostro istituto Nazionale.
L’Istituto Nazionale Ferruccio Parri esprime la propria totale solidarietà alla senatrice Liliana Segre, soggetta a ripetuti insulti e minacce per il suo costante impegno a favore dei diritti umani e contro il razzismo, tanto da avere spinto le autorità competenti ad assegnarle la scorta.
Ad un anno dall’ottantesimo anniversario dalla promulgazione delle leggi razziali in Italia, razzismo, antisemitismo e xenofobia alimentano discorsi di odio sempre più virulenti, davanti ai quali è da stigmatizzare che una parte del mondo politico assuma posizioni che minimizzano il fenomeno o addirittura lo giustificano come manifestazione di libertà di pensiero.
E’ allora il caso di ribadire che razzismo, antisemitismo e xenofobia non possono essere tollerati dalle società democratiche perché minano le fondamenta stesse della democrazia, e che le battaglie della senatrice Segre ( sopravvissuta ad Auschwitz) dovrebbero essere condivise e sostenute da tutte le forze politiche e i cittadini che si riconoscono nei valori di libertà e democrazia sanciti dalla nostra Costituzione.
Il Presidente
Paolo Pezzino
Abbiamo ricevuto questo contributo dall’Avvocato  Sergio Favretto, che pubblichiamo in allegato per favorire la discussione su questi temi.