Il mondo di Giovanni Rapetti. Una “memoria ribelle” tra arte figurativa e poesia dialettale

In tempi difficili per la cultura, un evento come questo, che celebra la grandezza di un poeta-artista di provincia scomparso due mesi fa a 91 anni, e lo fa con un programma ambizioso e di alto profilo ma praticamente a costo zero, sembra qualcosa di miracoloso.
Asti, 11 aprile 2014, ore 15, presso il Polo Universitario di Asti Studi Superiori, Piazzale De André – Corso Alfieri, l’evento è la giornata di studio 
Il mondo di Giovanni Rapetti. Una “memoria ribelle” tra arte figurativa e poesia dialettale, organizzata da Club Unesco di Asti, Astiss e ISRAL, dove per la prima volta si parlerà del “Bardo di Villa del Foro” in tutte le sue sfaccettature di intellettuale del Novecento, impegnato su più fronti: il disegno, la scultura (fu allievo e amico di Manzù), la poesia, la resistenza ad ogni forma di fascismo e di violenza.
Un testimone del suo tempo, personaggio scontroso e scomodo per il suo rigore etico e il suo rifiuto dei compromessi.
Conduce Pierangela FARRIS (Club UNESCO di Asti) e introduce Franco CASTELLI (Isral), custode e depositario, come responsabile del Centro di cultura popolare “G. Ferraro”, di tutta l’immensa opera letteraria (circa 1400 testi poetici, prevalentemente in endecasillabi dialettali) che si ispira ai personaggi reali del suo paese e in particolare alla storia della sua plurisecolare Società Operaia di mutuo soccorso.
Aprirà le relazioni (che avranno il sussidio della multimedialità), Ottavio COFFANO (Accademia di Belle Arti di Torino), Arte, natura e mondo contadino nell’opera di Giovanni Rapetti, cui seguirà Mario CHIESA (Centro Studi Piemontesi), Giovanni Rapetti poeta fuori mappa? e Mario RENOSIO (Israt), U santé du Ribelle di Giovanni Rapetti. Trent’ anni dopo Contadini e partigiani (Convegno Asti-Nizza, dic.1984).
Franco CASTELLI e Anna ZAINO condurranno un breve Reading di poesie scelte, dopo il quale si aprirà la Tavola rotonda presieduta da Gian Luigi BRAVO (Università di Torino), su Il mondo e la poetica di Giovanni Rapetti, cui interverranno Marcella FILIPPA (Ismel), Franco CASTELLI, Piero MILANESE (Isral), Andrea VILLA (Soms Villa del Foro), Enzo CONTI (Tre Martelli).
La giornata di studio si concluderà con Cantata in memoria di Giovanni con la partecipazione amichevole di cantautori come ISA, Paolo ARCHETTI MAESTRI (Yo Yo Mundi), Rudi BARGIONI nonché dei TRE MARTELLI che presenteranno la riedizione del loro ultimo disco, interamente dedicato alle poesie di Rapetti.
Eloquente, infine, la quantità e la qualità degli Enti patrocinatori (Provincia di Alessandria, Città di Alessandria, Città di Asti, CGIL Camera del Lavoro Alessandria, Rete Italiana Cultura Popolare) nonché degli Enti e delle Associazioni aderenti: Centro Studi Piemontesi, Club Unesco di Alessandria, ISRAT, Associazione Davide Lajolo, ISMEL, Associazione Museo dell’Agricoltura del Piemonte, Fondazione Centro per lo studio e la documentazione SOMS, SOMS di Villa del Foro, Città Futura, Museo Etnografico di Alessandria, Amici del Museo Etnografico Gambarina, Associazione culturale Trata Birata, Felmay, Ethnosuoni.