La scuola e il giorno della memoria. Cinque anni di esperienze bilanci e prospettive.

18 Febbraio 2005

Lo scorso 27 gennaio si è celebrato per la quinta volta il “Giorno della memoria”.
il nostro Istituto si è fatto promotore di progetti specifici (rappresentazioni teatrali, pubblicazioni, convegni e seminari) e di moduli didattici (visione di film, incontri con esperti e testimoni) offerti al mondo scolastico.
Diverse scuole della provincia hanno poi elaborato autonomamente dei percorsi di storia/memoria, realizzati dai docenti e dai ragazzi, di rilievo culturale e formativo, in alcuni casi avvalendosi di operatori teatrali, tecnici informatici, laboratori cinematografici o più in generale delle professionalità di volta in volta necessarie.
Proprio per valorizzare queste esperienze, per farle diventare patrimonio di tutta la scuola della provincia, abbiamo pensato di organizzare per il prossimo 25 febbraio un seminario specifico in cui gli insegnanti autori di progetti possano trovare uno spazio specifico di comunicazione e di confronto.
Cinque anni scolastici di iniziative meritano un’attenzione specifica anche in vista della programmazione per gli anni futuri.
Per essere certi di non tralasciare esperienze significative alle scuole è stata inviata una semplice scheda di rilevazione.


Venerdì 25 febbraio
Palazzo Guasco, via Guasco 49

La scuola e il giorno della memoria. Cinque anni di esperienze bilanci e prospettive.

ore 9.30
Interventi di Luciana Ziruolo (Responsabile Sezione didattica Isral) La scuola e il Giorno della memoria: primi risultati del censimento provinciale
Claudio Dellavalle (Università di Torino) Sull’uso pubblico del Giorno della memoria
Mauro Bonelli (Isral) Insegnare la Shoah: alcuni errori da evitare. D
ibattito
Rinfresco per i partecipanti al seminario

ore 14,30
intervento di Vittorio Rapetti (Commissione storia Csa) L’esperienza della rete distrettuale acquese
In chiusura le esperienze presentate dalle scuole.