Giorno della Memoria 2010 – Conclusione delle attività

20 Marzo 2010

Si sono ormai concluse le attività promosse dall’Istituto per il Giorno della Memoria 2010. La Sezione didattica, anche quest’anno ha proposto due progetti complementari:

– Un film un esperto: visione di pellicole relative alla questione della Shoà, abbinandole all’intervento di un nostro esperto. I film proposti quest’anno sono:
Concorrenza sleale (tema ebrei italiani)
Una giornata particolare (tema dittatura e diversità)
La tregua (tema deportazione e letteratura)
La strada di Levi (tema deportazione e memoria)
La finestra di fronte (tema generi e generazioni)
Train de vie (tema deportazione e affabulazione)

– Immagini della Shoah: proiezione di alcuni documentari o parti di documentari storici commentati da un nostro esperto, che ha contestualmente condotto un breve laboratorio didattico per la classe. I materiali presentati sono tratti da: Paragraph 175 (tema diversità) – la visione di quest’ultimo documentario è consigliabile agli allievi delle scuole Secondarie di Secondo grado; Shoah (tema generale della persecuzione antiebraica); La voglia di nuotare (documentario che ricostruisce la vita quotidiana di un gruppo di nuotatrici viennesi prima e durante la Shoah).
Gli interventi sono stati effettuati a partire dal 26 gennaio, concordandoli con le scuole e tenendo conto delle specifiche esigenze didattiche e di programmazione curricolare. Abbiamo collaborato con i seguenti istituti: Istituto Tecnico Agrario Luparia, San martino di Rosignano, I.S. Sobrero, Casale I.S. Saluzzo – Plana, Alessandria, Liceo Scientifico Amaldi, Novi Ligure e gli Istituti comprensivi di Viguzzolo, Pontecurone, Ticineto, Pontestura e le scuole Medie “Bella” di Acqui Terme e “Pertini” di Ovada. Complessivamente più di mille studenti hanno partecipato ai nostri laboratori.
Tra le scuole che hanno partecipato quest’anno ci sono Istituti che collaborano con noi da anni, come la Scuola Media “Bella” di Acqui Terme; altre che hanno richiesto l’intervento quest’anno per la prima volta, come l’Istituto “Pertini” di Ovada, o che sono tornati dopo alcuni anni come l’Istituto Tecnico Agrario “Luparia”. Questo per noi è molto importante, poiché significa instaurare un rapporto continuativo con le scuole del territorio provinciale.