Guida del Touring Club “I sentieri della libertà – Piemonte e Alpi occidentali”

8 Dicembre 2008

Oltre 100 luoghi tra montagne delle Alpi e valli del Piemonte, della Valle d’Aosta, della Liguria, del Canton Ticino, della Francia raccontano un periodo straordinariamente intenso e drammatico della nostra storia: la guerra, la Resistenza e la liberazione, la persecuzione razziale tra il 1938 e il 1945. Un periodo cruciale e fondativo del passato ma anche, e soprattutto, del presente e del prossimo futuro colto in un momento a sua volta definibile cruciale: quello del passaggio obbligato, sul filo delle generazioni, dalle memorie alla storia. Quando, tra breve, non avremo più testimoni, ricordi e racconti diretti da ascoltare, sarà la ricostruzione storica a illuminare gli eventi e a dare senso a quel che ne rimane, nelle nostre coscienze come nei luoghi reali in cui quei fatti si svolsero.

Ecco allora in questa guida parlare gli storici e attraverso loro e con loro i luoghi stessi, i sentieri, i boschi, i borghi, le pietre, gli edifici lungo le strade che si è invitati a percorrere. I temi della rievocazione storica coincidono infatti con l’ambito concettuale e territoriale del progetto “Memoria delle Alpi – I sentieri della libertà”, progetto interregionale e transnazionale di valorizzazione dei luoghi della memoria che ha tra i suoi strumenti sentieri segnati e siti Internet, posti tappa e archivi, musei e paesaggi vissuti. Sostiene questa proposta di “turismo di memoria” un apparato informativo che per ogni luogo fornisce riferimenti pratici, logistici, bibliografici, di concreta fruibilità.

Le schede della provincia di Alessandria sono state curate da Filippo Bertone e Massimo Carcione, con la collaborazione di Carla Nespolo, Luciana Ziruolo, Franco Castelli, Mauro Bonelli, Antonella Ferraris e Aldo Perosino.

La Guida è disponibile presso gli Istituti per la storia della Resistenza del Piemonte e della Valle d’Aosta, le bilioteche pubbliche e gli Istituti di istruzione superiore piemontesi.